La Russia ha registrato il primo vaccino?

Lo ha annunciato il presidente Valdimir Putin, sostenendo che abbia superato tutti i test necessari

Martedì 11 agosto il presidente russo Vladimir Putin ha detto che in Russia è stato registrato il primo vaccino al mondo contro il coronavirus. «So che funziona in modo piuttosto efficace, crea un’immunità stabile e ha superato tutti i test necessari», ha detto Putin, che ha anche aggiunto che il vaccino è stato testato su una delle sue due figlie, senza specificare quale.

Il New York Times il 2 agosto aveva scritto che la Russia intendeva avviare una campagna di somministrazione di massa di un vaccino contro la COVID-19 entro ottobre 2020. Malgrado ciò, sottolineava il New York Times, all’Organizzazione mondiale della Sanità non risultava che i vaccini russi fossero nell’ultima fase di sperimentazione.

Il ministro della Salute russo Mikhail Murashko tuttavia, prima dell’annuncio di Putin, aveva dichiarato che si era conclusa la fase di sperimentazione del vaccino, che è stato sviluppato dal Centro di ricerca nazionale Gamaleya per l’epidemiologia e la microbiologia del ministero. Lo stesso Murashko il primo agosto aveva detto che il vaccino sarebbe stato somministrato prima di tutto a insegnanti e operatori sanitari e che si stavano accelerando i test per fare in modo che fosse disponibile per la maggior parte dei cittadini entro l’autunno.

error: Content is protected !!