SESSANTA ANNI FA BIKILA STUPI’ IL MONDO…

Originariamente Abebe Bikila non faceva nemmeno parte della nazionale etiope che avrebbe partecipato alle Olimpiadi di Roma del 1960, eppure passò alla storia per aver vinto la maratona olimpica stabilendo un nuovo record, ma soprattutto per averlo fatto correndo scalzo. Bikila fu il primo atleta africano a vincere una medaglia olimpica e fu anche il primo a ottenere due medaglie d’oro consecutive nella maratona ai Giochi Olimpici: la sua seconda vittoria fu quella alle Olimpiadi di Tokyo, nel 1964, dove peraltro stabilì un nuovo record. La vittoria di Bikila, 60 anni fa, venne vista come un’impresa anche perché era un atleta praticamente sconosciuto che si allenava da soli quattro anni.

Il padre di Bikila, che nacque nel 1932 nell’Etiopia centrale, era un pastore. Per aiutare economicamente la famiglia, a circa vent’anni Bikila si trasferì ad Addis Abeba – la capitale etiope – per arruolarsi nella Guardia Imperiale, dove diventò membro della scorta dell’imperatore dell’Etiopia Hailé Selassié. Iniziò ad allenarsi seriamente a metà degli anni ’50, quando venne notato da Onni Niskaen, un allenatore svedese che era stato incaricato della preparazione atletica dei militari della Guardia Imperiale.

error: Content is protected !!