COZZELLA, IL “KING” GIALLOBLU …

Il “King”, uno dei centravanti d’area di rigore più forti che siano sbarcati alla Palazzina, quel Vittorio Cozzella che dentro i sedici metri faceva dei movimenti – palla al piede – ormai diventati quasi pezzi da museo, visto che da molto tempo non se ne vedono neanche a pagarli oro.

Spalle alla porta riusciva sempre a girarsi e puntare a rete con grande prolificità: in questo modo contribuì alla vittoria del campionato di serie D dopo 25 anni di permanenza e regalò insieme al compianto tecnico Attardi il sogno del doppio salto a quella matricola terribile che venne eliminata immeritatamente ai playoff a Giulianova, con il pubblico di casa che negli ultimi venti minuti stazionò a ridosso della linea laterale e quindi del tutto irregolare.

Ora ha seguito il presidente di allora, Deodati, nell’avventura alla Ternana, lui che – Napoletano, classe ’61 – da giovanissimo giocò in serie A con il Pescara e che fu protagonista di un episodio clamoroso. Il suo allenatore Lauro Toneatto, dopo un dribbling di troppo, entrò in campo e gli rifilò un sonoro ceffone che il “King” – ancora cuccioletto  -accettò con serenità. Erano altri tempi, bei tempi!

error: Content is protected !!