CIVITA CASTELLANA, GRAN COLPO A OSTIA E SECONDO POSTO IN CLASSIFICA!

OSTIAMARE – FLAMINIA 0-1

OSTIAMARE: Giannini, Vasco (28’st Pedone), Carta, Lisari, Cabella (41’st De Martino), Nanni, D’Astolfo, De Sousa, Mastropietro (33’st Enrico Ferrari), Lazzeri, Rossi (1’st Ippoliti). A disp.: Giori, Fabrizio Ferrari, Pattelli, Menegat, Gabriele. All.: Massimo Bonanni.

FLAMINIA: Grussu, Battistelli, Modesti (26’st Covarelli), Gasperini, Scardala, Guadalupi, Pagliaroli (27’st Ferrara), Lazzarini (33’st Fapperdue), Sciamanna, Traditi (25’st Fè), Sirbu (38’st Ortenzi). A disp.: Nocco, Canestrelli, Fondi, Tocci. All.: Punzi. 

ARBITRO: Saverio Esposito di Ercolano. 

MARCATORE: 44’pt Sciamanna (F). 

Una prodezza balistica di Jacopo Sciamanna, uno degli ex del match, regala i tre punti al Flaminia. Ostiamare che, nonostante un gran secondo tempo, giocato sostanzialmente “ad una porta”, non riesce a trovare il pari, che sarebe stato ampiamente meritato. Tante le chance, specialmente i due legni colpiti da Nanni, poi le proteste di Mastropietro e dei lidensi per la “mano galeotta” di Scardala al 23′ della ripresa, ma l’arbitro fa proseguire. Nel finale l’assalto lidense, ma al fischio del signor Esposito sono i viterbesi a festeggiare. 

Si parte, nella cronaca, dal minuto 14, quando Lazzeri va al cross, teso, in area. I difensori del Flaminia non riescono a spazzare con decisione, ma nè De Sousa nè Mastropietro riescono nel tap-in che sarebbe stato, quasi sicuramente, vincente. Ancora lidensi avanti al 28′, e sempre con Lazzeri. Il numero undici lidense va direttamente alla conclusione, Grussu smanaccia la sfera sul fondo, concedendo solo il corner. 

La risposta della squadra di Punzi arriva al 32′ con Sirbu, tra i più attivi, insieme a Sciamanna, nelle file dei viterbesi. Il numero undici conclude dal limite, la sfera finisce fuori non di molto. E al 44′ la prodezza di Sciamanna, da distanza siderale. Conclusione perfetta con il mancino, la sfera s’infila sotto l’incrocio dei pali, nulla da fare per Giannini. Al riposo, Flaminia in vantaggio. 

Si riparte, dopo la pausa, e i lidensi vanno subito vicino al pari. Bell’azione manovrata dei ragazzi di Bonanni, con Mastropietro che imbuca per l’accorrente Carta (ex del match, con le sue tre stagioni in rossoblù), un tiro-cross dell’esterno, velenoso, che impegna severamente Grussu. Sulla respinta, sforbiciata di Cabella, che non inquadra lo specchio, e la difesa civitonica spazza. 

Al 15′, peò, sono gli ospiti a sfiorare la rete, che sarebbe stata del raddoppio. La chance capita sui piedi di Traditi che in diagonale non inquadra lo specchio, da posizione favorevole. Chance ghiottissima per la squadra di Punzi. 

Ma è solo un fuoco di paglia, perchè a comandare le operazioni sono sempre i lidensi. Al 22′ Nanni conclude, dal limite, cercando di beffare Grussu, bravo però a tuffarsi e a parare il tentativo, immolandosi poi su De Sousa. Un minuto dopo episodio che ha fatto arrabbiare l’ Ostiamare: tacco di Mastropietro in area ospite, Scardala con un braccio galeotto, l’arbitro fa proseguire. Sugli sviluppi De Sousa spara a colpo sicuro, ma Grussu concede solo il corner. Dalla bandierina, infine, Nanni disegna una parabola pazzesca, la sfera sbatte clamorosamente sul palo lungo alla destra del numero uno ospite. Sfortunato. 

error: Content is protected !!