IL BARI LASCIA PUNTI IMPORTANTI A FOGGIA: HA DECISO UN RIGORE DI CURCIO

Foggia– Bari 1-0

Reti: 41′ Curcio (FOG)

Calcio Foggia 1920 (3-5-1-1): Fumagalli; Germinio, Gavazzi, Agostinone (37′ Anelli); Kalombo, D’Andrea (63′ Vitale), Salvi, Rocca (75′ Raggio Garibaldi), Di Jenno; Curcio (75′ Balde), Neassens (75′ Dell’Agnello). A disposizione: Sarracino, Vitale, Anelli, Di Masi, Gentile, Dell’Agnello, Raggio Garibaldi, Garofalo, Lucarelli, Aramini, Pompa, Balde. All. Marchionni

S.S.C. Bari (3-4-3): Frattali; Celiento, Sabbione, Di Cesare; Ciofani (45′ Semenzato), Maita (78′ Hamlili), Bianco (59′ Lollo), D’Orazio (45′ Candellone); Marras, Antenucci, D’Ursi (49′ Citro). A disposizione: Marfella, Perrotta, Hamlili, Corsinelli, Candellone, De Risio, Citro, Minelli, Lollo, Semenzato, Montalto. All. Auteri

Arbitro: Matteo Marcenario (Niedda-D’Elia; IV: Longo)

Ammoniti: 26′ Bianco (BAR), 41′ Sabbione (BAR), 52′ Germinio (FOG), 67′ Gavazzi (FOG), 72′ Salvi (FOG), 76′ Raggio Garibaldi (FOG), 78′ Antenucci (BAR), 79′ Dell’Agnello (FOG)

Espulsi: 87′ Salvi (FOG);

Angoli: 2-7

Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.;

Decide la contesa la rete siglata da Curcio allo scadere della prima frazione di gioco, per la compagine di Marchionni si tratta senza ombra di dubbio della miglior prestazione stagionale. 

Marchionni non cambia assetto e si affida ancora al 3-5-2. Davanti a Fumagalli, spazio al terzetto difensivo composto da Gavazzi, Germinio e Agostinone, a centrocampo mediana diretta dal duo Salvi-Rocca, con Kalombo e Di Jenno sulle corsie esterne. Sulla trequarti Curcio a supporto del tandem d’attacco D’Andrea-Naessens. Dalla parte opposta 3-4-3 per Auteri che davanti si affida al tridente pesante Marras-Antenucci-D’Ursi. 

Avvio sprint dei rossoneri, pericolosi già dopo appena due giri di lancette con la gran botta di Agostinone dalla lunga distanza che viene intercettata da Frattali. Al 20′ verticalizzazione di Curcio a cercare Naessens che di prima intenzione calcia in porta: attento Frattali che non si lascia sorprendere. Alla mezz’ora il Bari, alla prima vera occasione, rischia di passare: brutto pallone perso dal Foggia, Antenucci recupera la sfera e va al tiro dal limite: conclusione che centra in pieno il palo a Fumagalli oramai battuto. Sette minuti più tardi le luci dello ”Zaccheria” si spengono e costringono il direttore di gara a sospendere il match per alcuni istanti a seguito di un blackout. Il rientro in campo dopo circa cinque minuti premia il Foggia che al 42′ passa in vantaggio: filtrante di Naessens per Curcio che entrato in area di rigore viene abbattuto da Sabbione. Rigore per il Foggia e cartellino giallo per il centrale biancorosso. Dagli undici metri perfetta esecuzione di Curcio che spiazza Frattali e fa 1-0. E’ anche l’ultima emozione della prima frazione di gioco, dopo due minuti di recupero squadre che rientrano negli spogliatoi per l’intervallo con il Foggia in vantaggio. 

La ripresa si apre con un doppio cambio tra le fila del Bari: dentro Semenzato e Candellone, fuori Ciofani e D’Orazio. Al 64′ filtrante di Maita a cercare Candellone che da posizione defilata va al tiro: devia in angolo Fumagalli. Con il passare dei minuti il Bari prende sempre più campo, con il Foggia che preferisce attendere per poi affidarsi alle ripartenze per sfruttare gli spazi lasciati dai biancorossi. Al 69′ Marras dalla sinistra pesca Candellone a centro area che da due passi calcia: blocca in due tempi Fumagalli. Quattro minuti più tarde vibranti proteste dei galletti per la presunta trattenuta su Di Cesare all’interno dell’area di rigore del Foggia. Marchionni rivoluziona l’assetto tattico con gli ingressi in campo di Raggio Garibaldi, Dell’Agnello e Balde con l’obiettivo di preservare il risultato. Nel finale il Foggia rimane in dieci per l’espulsione comminata a Salvi per doppio giallo, il Bari però non ne approfitta ed i rossoneri portano così a casa tre punti di vitale importanza in chiave salvezza. 

error: Content is protected !!