IL POSTICIPO. PALERMO CON I GIOCATORI CONTATI: IL CATANIA RIMONTA

PALERMO-CATANIA 1-1

PALERMO: 1 Pelagotti, 29 Almici, 5 Palazzi, 15 Marconi, 3 Corrado; 19 Odjer, 8 Martin (C.); 20 Kanoute, 23 Rauti, 14 Valente; 9 Saraniti. A disposizione: 22 Matranga. Allenatore: Boscaglia

CATANIA: 22 Martinez, 18 Tonucci, 3 Claiton (70′ Emmausso), 5 Silvestri (C.); 26 Calapai, 8 Rosaia (70′ Piovanello), 15 Maldonado, 23 Dall’Oglio (60′ Izco), 20 Pinto (60′ Biondi); 10 Reginaldo (85′ Welbeck), 31 Pecorino. A disposizione: 12 Della Valle, 32 Confente, 7 Gatto, 11 Vrikkis, 19 Manneh, 29 Zanchi, 33 Panebianco. Allenatore: Raffaele

ARBITRO: Luca Zufferli di Udine (Garzelli-Santi); IV uomo Francesco Cosso di Reggio Calabria

MARCATORI: Kanoute 16′, Pecorino 80′

NOTE: ammoniti Odjer, Pinto, Almici, Palazzi, Pelagotti, Pecorino, Welbeck, Rauti

(g.n.) Si è concluso con il risultato di 1-1 il surreale derby tra Palermo e Catania, andato in scena allo stadio Renzo Barbera. Risultato che sta stretto ai rosanero che, in piena emergenza con solo una riserva in panchina, pagano il non aver concretizzato le diverse palle gol create. A decidere l’esito del match sono state le reti di Kanoute al 16′ e di Pecorino all’80’. Palermo che sale a quota 3 punti in classifica, Catania a 9. Di seguito la cronaca della partita:

Pronti, via: il Palermo batte il calcio d’inizio. Serie di falli, da una parte e dall’altra, dopo i primi 5′ di gioco. Nessun cartellino fin qui. Al’ 6′ Reginaldo lancia l’offensiva del Catania dalla fascia sinistra, ma Marconi ferma tutto. Al 7′ fallo ai danni di Rauti sulla trequarti: sulla palla ci sono Martin e Almici, alla battuta va il difensore rosanero che la mette sulla testa di Kanoute ma il pallone termina fuori. Al 9′ calcio di punizione a centrocampo per i rossazzurri, la difesa del Palermo spazza poi c’è un fallo e si riparte da Pelagotti. Al 10′ primo corner della partita in favore del Catania: liscio di Marconi, ma fortunatamente per gli uomini di Boscaglia Claiton sbaglia il tiro e la palla si spegne fuori. Al 14′ Rauti recar il pallone senza fallo sulla trequarti e si invola verso l’area, ma si allunga troppo il pallone. L’azione però non è finita ed il Palermo conquista il primo corner: batte Almici, spazza di testa Marconi, il pallone arriva a Saraniti che calcia malissimo ma alla fine Kanoute arriva per il tap-in vincente. Palermo-Catania 1-0 al 16′. Buon piglio del Palermo in questa fase di partita, un po’ nervoso il Catania: al 23′ è fallo sulla trequarti ai danni dell’autore del gol. Sugli sviluppi della punizione calcia Odjer, ribatte la difesa ospite e Saraniti si ritrova sui piedi il pallone: il suo è praticamente un rigore in movimento ma tutto solo calcia alle stelle la palla del 2-0. Al 27′ fallo di Rauti su Rosaia, batte Pinto ma l’arbitro ferma tutto per un fallo in attacco. Al 30′ arriva il primo giallo della partita: ammonito Odjer, costretto al fallo su Dall’Oglio per una ripartenza che poteva essere pericolosa su un errore di Martin. Al 32′ giallo anche per Pinto: reo di aver inspiegabilmente colpito Almici, disinteressandosi del pallone. Al 35′ calcio d’angolo per il Catania, esce con i pugni Pelagotti ma l’arbitro ferma tutto perché la palla era uscita. Al 42′ aumentano i gialli ai danni dei rosanero che devono stare attenti vista l’assenza di riserve: questa volta ammonito Almici per un fallo su Pinto. Bella azione del Palermo al 43′ sugli sviluppi di un calcio di punizione, sponda di Saraniti per Martin, il francese vede Valente involarsi in area di rigore e lo serve sulla corsa: la conclusione sul secondo palo del numero 14 rosanero esce fuori di pochissimo. Finisce così il primo tempo: Palermo-Catania 1-0.

Nuovamente in campo le due squadre, nessun cambio per gli etnei. Al 47′ si fa avanti il Catania con Pecorino, che mette il pallone in mezzo ma è Palazzi ad intercettare la traiettoria e spazzare via il pericolo. Al 52′ il Palermo chiede un calcio di rigore per un tocco di mano su un’azione di Saraniti, ma il direttore di gara non è dello stesso avviso. Qualche secondo più tardi ripartenza pericolosa del Catania con Pecorino che supera in velocità due rosanero: Palazzi costretto al fallo, giallo inevitabile. Punizione da posizione interessante per il Catania: centrale, sulla trequarti. Batte Maldonado direttamente in porta, palla fuori misura. Al 58′ occasionissima per il Catania: cross di Dall’Oglio dalla fascia destra, il pallone finisce sulla testa di Pecorino che impatta la sfera che però esce di pochissimo. E’ la prima vera occasione per gli ospiti. Al 61′ giallo anche per Pelagotti che perde tempo in occasione di un rinvio, il direttore di gara lo aveva già avvisato. Brutto fallo di Pecorino su Saraniti, giallo per il calciatore del Catania. Doppio cambio per il Catania al 70′: fuori Rosaia e Claiton, dentro Piovanello ed Emmausso. Al 71′ primi crampi per i giocatori del Palermo, che ricordiamo non hanno cambi in panchina: inizia a farsi sentire la stanchezza. Al 74′ contropiede pericolosissimo del Catania, il pallone arriva a Reginaldo e Pelagotti con grande coraggio si lancia letteralmente per levarglielo dai piedi: l’attaccante rossazzurro viene travolto, ma l’intervento è sul pallone. Bel tiro da fuori area di Saraniti al 76′, in questa occasione l’attaccante rosanero è sfortunato perché la palla accarezza il palo ed esce fuori di un soffio. All’80’ arriva il pari del Catania con Pecorino che insacca il pallone alle spalle di Pelagotti. I rosanero lamentano un fallo di mano, ma il gol per il direttore di gara è valido. Palermo-Catania 1-1. All’84’ azione pericolosa del Palermo sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Rauti va alla conclusione ma colpisce Martinez. Sono 4 i minuti di recupero. Non succede più nulla, Palermo-Catania finisce 1-1.

 

error: Content is protected !!