SERIE D/E – MARZO 2013

VITERBESE-LANCIOTTO C.B. 2-0

VITERBESE (4-4-2): Riommi 7; Ugolini 6 Pollini 6,5 Ibojo 7 D’Ambrosio 6; Gubinelli 6,5 Ciogli 6 (33’ st Nikolla sv) Giannone 6,5 Pero Nullo 7 (44’ st Ravoni sv); Scardini 6,5 (27’ st Gnignera sv) Vegnaduzzo 6,5. A disp. Ciampini, Bellacima, Fapperdue, La Porta. All. Farris

LANCIOTTO C.B. (4-3-2-1): Cappelli 6,5; Mordini 5,5 Montagnoli 6 Pomo 6 Mussi 5,5 (36’ st Righini sv); Alicontri 5,5 Mazzanti 6 Silvestri 6; Benedetti 5,5  Di Vito 5,5 (19’ st Sanni sv); Marrani 6,5 (31’ st Bastogi sv). A disp. Giusti, Dols, Burnich, Corduri. All. Bellini 

RETI:  8’ st  Pero Nullo (V), 13’ st Scardini (V)  

AMMONITI: Pollini, D’Ambrosio, Scardini per la Viterbese;  Alicontri per il Lanciotto

NOTE: angoli 6-3 per la Viterbese, spettatori 400 circa. Recuperi: pt 1’ st 4’

VITERBO – Viterbese più forte del Lanciotto e della crisi societaria. La squadra di Farris allunga così una serie positiva che non ha avuto eguali nelle ultime sei gare: 5 vittorie e 1 pareggio. Il Lanciotto è caduto nel tranello di una squadra di casa abbastanza blanda nel primo tempo: ha messo la testa fuori, ha messo paura un paio di volte (31’ primo tempo e 4’ della ripresa) con Marrani – ribattuto in modo impeccabile da Riommi – e la Viterbese è andata a nozze, come gli riesce meglio, affondando la lama nel burro della ripartenza.

Non segna il bomber Vegnaduzzo, ma la bacchetta del direttore d’orchestra la prende in mano Pero Nullo, il quale – un po’ in ombra nel primo tempo, come il resto della squadra – sciorina un bel pezzo di bravura (8’): fa tesoro di un velo dell’attaccante argentino e si getta sul pallone al limite dell’area con grande determinazione, sparando un bolide che si insacca alla sinistra del portiere.

Raddoppia poi Scardini, tornato ad indossare la maglia da titolare, il quale (13’) effettua un bel palleggio in velocità per poi bruciare con una precisa conclusione Cappelli e correre ad esultare davanti alla panchina gialloblu.

SOCIETA’. Sembra scongiurato il pericolo di una penalizzazione. Seppure la situazione rimanga difficile, qualche passo in avanti sembra sia stato fatto: il diesse Manfra ha confermato che sono stati spediti i due assegni a copertura della seconda tranche della vertenza dell’ex allenatore Sergio e alla ripresa degli allenamenti è stato garantito un nuovo alloggio ai giocatori sfrattati dall’albergo dove risiedevano. Si sta muovendo  il Sindaco Marini, cercando di scuotere qualche imprenditore locale, e si son mossi anche i tifosi, trovando fondi per le prossime trasferte tra gli sportivi.

 

 

 

error: Content is protected !!