ERA IL 2008, POI FINI’ 3-1 PER I PUGLIESI A FOGGIA. QUESTO L’ARTICOLO DI PRESENTAZIONE …

VITERBO – Viterbese, un tuffo nel passato! La Coppa Italia professionisti, infatti, riporta la squadra gialloblu indietro di qualche anno, anche se in una dimensione del tutto particolare e sfavorevole, con i soli dieci giorni di preparazione nelle gambe, con la differenza di categoria, con gli uomini contati, ancora, a disposizione del tecnico Favo.

“La affrontiamo esclusivamente come se si trattasse – dice l’allenatore gialloblu – di una amichevole precampionato. Noi stiamo lavorando da poco tempo e dobbiamo ancora completare il nostro organico, di cui però siamo già abbastanza soddisfatti. Per far quello abbiamo tempo fino a dopo Ferragosto, per cui tutto il resto è di guadagnato, magari anche una buona prestazione a Foggia, soprattutto una risposta comportamentale da parte dei nostri giovani. Altri significati questa gara non può averne, a cominciare dal risultato.”

FORMAZIONE. Indubbiamente le curiosità maggiori sono rivolte all’attacco, dove ritorna dopo cinque anni Omar Martinetti, vecchio capitano di allora, ma anche la punta di diamante del presente gialloblu, l’argentino Ferretti.

Ferretti non si tira indietro e dice subito sì a Favo, nonostante i soli due giorni di lavoro a Viterbo, ma difficilmente riuscirà ad avere il ritmo dei novanta minuti di gioco, per cui è molto probabile una staffetta con Foderaro.

Le uniche certezze – e le poche note di continuità rispetto allo scorso anno – sono rappresentare da Ingiosi in difesa e da Sbaccanti a  centrocampo, dove quest’ultimo sarà chiamato a formare nel reparto nevraligico un tandem di grandi prospettive con l’altro argentino Gay, che però starà fuori in questa occasione.

Attesa anche per gli under, soprattutto per il ’91 Smith, finora apparso abbastanza pronto, ma che dovrà poi dimostrare concretamente di essere il ragazzo giusto su cui puntare e, soprattutto, avere in campo un rendimento non altalenante, come spesso accade ai giovanissimi.

Altre novità assolute di questa Viterbese, che anticipa i tempi per questa sorta di “fuoriprogramma”, sono i due terzini D’Eletto e Menna, così come il centrocampista Marigliano, tra quelli che hanno fatto vedere le cose migliori nelle poche sgambature fin qui effettuate.

—————————–

PROBABILE FORMAZIONE VITERBESE: (4-4-2) Savietto; D’Eletto, Ingiosi, Gattari, Menna; Smith, Lustrissimi, Sbaccanti, Marigliano; Martinetti, Ferretti. A disposizione: Rau, Gay, Foderaro, Proietti, Maccio, Burelli, Di Quinzio. Allenatore: Favo

error: Content is protected !!