nonsolo
Nonostante la legge 219/2017 sul testamento biologico, non sempre le richieste dei cittadini vengono accolte: a Napoli un cittadino che ha visto rifiutarsi dall’Ufficiale di Stato Civile del suo Comune la possibilità di registrare le proprie DAT si è rivolto all’Associazione Luca Coscioni.
Insieme abbiamo fatto ricorso in tribunale, ottenendo l’annotazione delle sue DAT nel Registro dei Testamenti Biologici.
Filomena Gallo, segretario generale dell’Associazione e avvocato del collegio di difesa di Marco CappatoM ha commentato: “Per la prima volta un tribunale interviene con un’ordinanza per la piena applicazione della legge che consente a tutti i cittadini la scelta di rifiutare o confermare terapie tramite l’uso delle DAT. “
Essere #LiberiDiScegliere significa anche poter far valere le proprie volontà nel momento in cui non si è in grado di intendere e volere.
error: Content is protected !!