nonsolo

VISIONE GRATUITA PER GLI ABBONATI DI SKY CINEMA E SKY SPORT INSIEME.

Si nota il tentativo di elevare il livello rispetto a Gomorra, anche rimanendo legati alle vicende napoletane (forse anche troppo) inserendo continui flashback sull’infanzia di Ciro Di Marzio, immerso fin da bambino nel mondo della criminalità.

E’ anche una sorta di prosecuzione – o di viaggio parallelo – di Gomorra, che non aveva più dato notizie di quello che era accaduto a Ciro Di Marzio, colpito da una pallottola e finito in fondo al mare.  Non era morto e il proiettile gli si era fermato a pochi millimetri dal cuore: aveva deciso di iniziare una nuova vita a Riga, in Lettonia, uno dei segmenti di una nuova mafia internazionale. Alla fine rimane sempre lui, “l’Immortale”, mentre cadono tutti gli altri, come birilli.

La conclusione del film vede all’orizzonte la figura di Genny Savastano: i due si vanno lentamente incontro: sarà l’occasione per un secondo film? O potrebbe essere un’occasione per un rientro di Ciro Di Marzio in Gomorra?

error: Content is protected !!