Come fare il vaccino anticovid? Sono in molti a chiederselo dopo che il governo ha fissato al 27 dicembre 2020 il cosiddetto V-Day, il giorno in cui vaccino anticovid sarà ufficialmente disponibile in Italia.

È previsto un totale di 202 milioni di dosi di vaccino per l’Italia. Naturalmente non tutte le dosi del vaccino anticovid saranno disponibili da subito. Va inoltre considerato che ogni persona dovrà fare due dosi.

Il primo vaccino anticovid a disposizione in Italia è quello prodotto da Pfizer e BioNTech, che hanno annunciato di aver ricevuto il via libera dall’Aifa, che ha recepito in Italia l’autorizzazione concessa centralmente dalla Commissione europea per il vaccino. Il titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio in tutti i paesi dell’Unione europea sarà BioNTech.

Gli altri vaccini anticovid sono ormai all’ultimo miglio. A giorni potrebbe arrivare il via libera da parte delle autorità britanniche alla distribuzione del vaccino sviluppato in sinergia dall’università di Oxford e da AstraZeneca. Un vaccino che è anche un po’ italiano, visto che ha collaborato al suo sviluppo anche l’Irbm di Pomezia. Poi c’è quello di Moderna.

La distribuzione del vaccino anticovid avverrà secondo i criteri di priorità definiti dal Servizio sanitario nazionale. Già il 26 dicembre partirà l’operazione Eos, predisposta dal comando operativo di vertice interforze della Difesa, con la distribuzione delle prime 9.750 dosi a destinazione.

I carabinieri scorteranno i movimenti via terra. Le dosi saranno prima stoccate presso l’ospedale Spallanzani di Roma e poi distribuite nelle altre regioni, in quelle più lontane anche grazie all’ utilizzo di cinque aerei dell’Aeronautica, dell’Esercito e della Marina. 

Le successive dosi del vaccino anticovid della Pfizer, come previsto dal piano vaccini, saranno consegnate direttamente dalla casa farmaceutica ai 300 siti di somministrazione individuati dalla struttura commissariale in accordo con le Regioni.

Le forze armate in base alle indicazioni fornite dal commissario straordinario saranno impegnate nel trasporto logistico su tutto il territorio nazionale. L’hub principale per lo stoccaggio delle dosi sarà presso l’aeroporto di Pratica di Mare.

error: Content is protected !!