27-6-2020

L’apertura è stata dedicata al saluto. Prima di tutti quello del Tennis Club Viterbo, tramite Paolo Ricci, il tecnico che da anni sta tenendo alto il nome del circolo, poi l’Accademia Barbanera, con il presidente Nevino, che ha ricordato l’ormai collaudata collaborazione con l’autore e Pietro, colonna portante della associazione che si dedica anche all’editoria senza scopo di lucro.

Guido Maccio ha portato il saluto della Banca Alto Lazio, plaudendo ad iniziative del genere e stimolando a ripeterne di altre simili, mentre Mariangela D’Ezio ha voluto ringraziare per lo spazio dedicato nel libro al papà Angelo, soprattutto per la figura emersa nei racconti.

Apprezzato l’intervento di Stefania Capati, presidente dell’associazione che edita Radio Tuscia Eventus, su cui va in onda la trasmissione radiofonica sportiva del lunedì condotta dall’autore del libro.

Franca Sassara, in rappresentanza del “Campo delle Rose”, ha voluto sensibilizzare i presenti sulle problematiche dei bambini, auspicando una solidarietà maggiore verso di essi a trecentosessanta gradi. Alfonso Talotta ho voluto spiegare il significato della sua opera, la cua stampa è stata dato in regalo ai protagonisti dell’impresa di 50 anni fa.

 

error: Content is protected !!