CATANZARO-VITERBESE 4-0

MARCATORI: 25′ pt e 18’ st Tulli (C), 39’ st Bianchimano (C), 45’ st Celiento (C).

CATANZARO (3-4-3): Bleve; Celiento, Atanasov, Martinelli (42’ st Nicoletti); Casoli (42’ st Bayeye), Corapi, De Risio, Contessa; Kanoute (42’ st Iuliano), Di Piazza (31’ st Bianchimano), Tulli (31’ st Carlini). A disposizione:Mittica, Riggio, Quaranta, Urso F., Giannone, Novello, Statella. Allenatore: Auteri.

VITERBESE (3-5-2): Pini; De Giorgi, Markic (28’ st Urso O.), Negro; Zanoli (15’ st De Santis), Simonelli (11’ st Bezziccheri), Sibilia (28’ st Molinaro), Bensaja, Errico; Bunino, Tounkara. A disposizione: Vitali, Maraolo, Antezza, Besea, Menghi, Maraolo, Bianchi. Allenatore: Calabro. 

ARBITRO: Cascone di Nocera Inferiore.

Assistenti arbitrali: Gualtieri-Massimino.

AMMONITI: Zanoli (V), De Risio (C), Bezziccheri (V), Tounkara (V).

NOTE: Spettatori 4802 (2342 paganti), incasso 43.267 euro. Angoli: 4-2 per la Viterbese. Recupero: pt 0’, st 3’.

La prima azione degna di nota è della Viterbese che al 16’, con Bensaja calcia una punizione con De Risio che per poco non inguaia il proprio portiere che blocca. Al 25’ arriva la rete che sblocca la gara: Tulli, col destro, trova lo spiraglio giusto alla destra di Pini dopo la respinta di Markic sulla conclusione dalla distanza di Celiento. Il Catanzaro legittima il vantaggio nel ifnale di tempo con Casoli (37’) che arriva al tiro dalla distanza ma la conclusione è fuori misura e con Kanoute che al 43’ riceve palla da Corapi che libera un tiro cross che termina sul fondo. 

Nella ripresa, dopo una buona occasione di Simonelli che conclude alto, al 3’ vede Kanoute, lanciato in verticale da Martinelli, da solo davanti al portiere sciupare malamente mandando la palla di poco alla sinistra della porta difesa da Pini. Al 16’ poi, Atansov, fresco ex di turno, di testa sulla punizione di Corapi la mette di pochissimo a lato, alla destra della porta ospite. Il 2-0 arriva al 18’ ancora con Tulli che, sulla rimessa laterale riceve palla da Corapi e scarica il destro che brucia il difensore Markic e il portiere ospite. La gara a questo punto è completamente nelle mani della formazione di mister Auteri che trova praterie per impinguare il risultato e le sfrutta col neo entrato Bianchimano che approfitta di un errato disimpegno di De Giorgi e, ad un minuto dal termine del tempo regolamentare, trova la rete del 4-0 con Celiento di testa, nel tripudio degli oltre 4000 del “Ceravolo”. 

error: Content is protected !!