La Viterbese di Catanzaro è apparsa migliore dei padroni di casa. Non ha mai rischiato nulla, ha giocato con maggiore personalità a centrocampo, come raramente era capitato di vedere in questa stagione. Eppoi avrebbe anche potuto metterci il “carico” Murilo, l’ultimo arrivato, destinato ad subentrare nel secondo tempo, ad accrescere il peso offensivo della Viterbese, che ha giocato alla pari con il Catanzaro.
Invece al gruppo gialloblu non è rimasto altro da fare che rimettersi in pullman e fare il viaggio a ritroso, ben sapendo che lo stesso tragitto dovrà essere ripetuto quanto prima. Per una manciata di minuti da giocare, infatti, la Viterbese dovrà sobbarcarsi di nuovo mille e seicento chilometri e spendere circa ottomila euro, con il rammarico di non aver potuto chiudere la “pratica” ieri pomeriggio.
E intanto si lavora sul mercato, alla ricerca di quel centrocampista di esperienza che il presidente Romano ha promesso di mettere a disposizione del tecnico Taurino. Un paio di trattative ben avviate con altrettanti giocatori che, in passato, hanno giocato in serie B, anche segnando gol importanti, con tiri da fuori area, esattamente quello che manca alla Viterbese. Si mantiene, però, il massimo riserbo, in quanto entrambi devono risolvere ancora la propria situazione contrattuale: il primo che riuscirà a svincolarsi sarà della Viterbese.

error: Content is protected !!