ALLA PALAZZINA SI GIOCA VITERBESE-TERAMO

Uno dei giocatori più amati in gialloblu, l’ex difensore Massimo Paci, diventa ora l’avversario di turno, il competitor di Taurino, della stessa tipologia di giovani tecnici rampanti.
Ecco, Viterbese-Teramo è anche questo, una sfida nella sfida: dipenderà anche dalla bravura dei due allenatori, dalle loro scelte, dalle loro mosse, l’esito di questa gara dall’esito aperto, tutt’altro che scontato, tutt’altro che sbilanciato da una parte o dall’altra.

MASSIMO PACI

Urso ha superato qualche problemino fisico emerso in settimana e sarà regolarmente in campo, nel ruolo di terzino sinistro, mentre, dalla parta opposta, conferma per Baschirotto, convinto da Taurino a insistere in questa posizione, che potrebbe aprirgli nuovi strade, anche per la carriera. Il ragazzo di Isola della Scala si sente ancora, ma sta anche acquisendo la consapevolezza dell’esterno basso. Eppoi il possibile esordio di Murilo, l’attaccante brasiliano portato in dote alla Viterbese dal nuovo diesse Facci. Murilo scalpita, così come scalpita Tounkara per riprendersi una maglia da titolare.
“Murilo – aggiunge Taurino – si è integrato bene e faccio i complimenti al gruppo per come lo ha accolto. In questo momento c’è molta armonia, che deve essere consolidata, però, dai risultati sul campo. A Catanzaro mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra. Dobbiamo fare un periodo importante e tosto, ma questo può forgiare ancora di più la squadra. Ci vuole un po’ di orgoglio adesso per volersi migliorare”.

error: Content is protected !!