CDS

VITERBO –  Al “Rocchi” (ore 17.30) ci sono due classifiche diverse a confronto, con gli uomini di Paci ben piazzati, ma con una Viterbese che spera di poter dimostrare di valere di più di quanto la graduatoria non dimostri. Eppoi c’è quel tabù tuttora in atto, quei risultati che sul terreno amico sono arrivati con il contagocce.
“La nostra squadra – dice l’allenatore Roberto Taurino – ha ampi margini di miglioramento, che dimostra anche in allenamento, dove i ragazzi spingono molto.
Vorremmo sfatare il cosiddetto “tabù-Rocchi”, perchè ci mancano quei punti in casa, vogliamo fare una buona prestazione, ma non ci basta, perchè saremo soddisfatti solo quando inanelleremo vittorie.
Il Teramo è una buona squadra, compatta e solida, che riesce a trovare sempre la giocata giusta e capitalizzare al meglio anche una sola occasione. Ha qualità a centrocampo e giocatori forti per questa categoria.
Poi inizierà il nostro girone di ritorno, che sarà un’altra storia e per noi sarà molto complicato. Dobbiamo approcciarlo bene, senza preoccuparci di individuare su chi fare la corsa, perchè è solo su noi stessi che dobbiamo farla, cercando di mettere nel carniere più punti del girone d’andata”.
FORMAZIONE. Urso ha superato qualche problemino fisico emerso in settimana e sarà regolarmente in campo, nel ruolo di terzino sinistro, mentre, dalla parta opposta, conferma per Baschirotto, convinto da Taurino a insistere in questa posizione, che potrebbe aprirgli nuovi strade, anche per la carriera.  

CDS
error: Content is protected !!