Disteso e sicuro di sé è il tecnico Taurino, che può analizzare l’incontro – e la vittoria – con la serenità tipica dei momenti lieti,
“Abbiamo sofferto troppo nel primo tempo – dice l’allenatore gialloblu – perché non abbiamo interpretato bene la loro pressione. Avremmo dovuto fare qualche passaggio di attrazione per poi andare subito dentro in verticale, anziché palleggiare. Cosa che abbiamo fatto per buona parte della ripresa, ad eccezione del finale, quando ci siamo abbassati un po’ troppo, ma questo può accadere quando senti che stai per portare a casa un risultato importante.
Quello che mi soddisfa di più è il processo di crescita sui movimenti sulle uscite dal basso, che prima ci hanno creato qualche problema. Questo accade quando si comincia ad essere una vera squadra e sono davvero contento del livello che stiamo raggiungeranno proprio come gruppo che lotta in campo. Credo che sia qualcosa di bello per i nostri tifosi e un segnale alla città, di credere in questa Viterbese per la seconda parte della stagione, dove vorremmo salvarci il prima possibile e poterci togliere qualche altra soddisfazione”.

error: Content is protected !!