E’ stato un maestro di tutto, non soltanto di sport e di giornalismo. Un maestro di quei valori della comunicazione ormai scomparsi, un maestro da cui dovrebbero apprendere la maggior parte di chi oggi – senza regole e etica –  si approccia in un mondo non più bello come quello di Brera.

Bello come la frase che ha detto suo figlio: “ci ha tenuti lontani dal suo mondo per non servirci la bistecca sul piatto ma per insegnarci come si dovrebbe cucinarla, tutti i giorni.”

Sublime, come direbbe il mio amico Massimo Boccucci. (cdm)

error: Content is protected !!