VITERBO – Un tocco rosa, domenica prossima, in occasione di Viterbese-Cavese. A dirigere l’incontro, infatti, sarà una donna, Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno, come non accade, di certo, tutti i giorni. Classe ’90, già internazionale dal 2019, è il quarto direttore di gara al femminile approdato in questa categoria. Indubbiamente un motivo di interesse e curiosità in più per una gara in cui la Viterbese deve mostrare continuità, deve farsi trovare pronta di fronte ad un’avversaria sulla carta facile, ma che, sotto certi aspetti, potrebbe addirittura rivelarsi più ostica del Bari. E’ una settimana di intenso lavoro, in casa gialloblu, ma di certo affrontarla dopo due vittorie consecutive è tutta un’altra cosa. Sotto osservazione l’infermeria, dove ci sono diversi giocatori, tra cui, oltre all’ultimo Camilleri, ci sono Falbo e Urso, esattamente due esterni bassi sinistri, un ruolo dove Taurino ha schierato, a Bari, Bianchi, peraltro l’ex della gara del “San Nicola”, che non ha affatto demeritato. Il giocatore capitolino si sta rivelando un utile jolly, visto che è stato utilizzato in quattro o cinque ruoli diversi, sempre facendosi trovare pronto e trascorrendo in silenzio anche molte domeniche in panchina.

CDS
error: Content is protected !!