La Viterbese ha fatto tris. Una terna di vittorie consecutive che invertito il trend dei mesi scorsi, danno una luce nuova alla classifica. Anche stavolta il gol porta la firma di Murilo, il quale ha bissato – sempre di testa – quanto fatto sei giorni prima a Bari, consegnando altri tre punti alla sua nuova squadra. La Cavese è uscita dignitosamente da un “Rocchi” che in mattinata appariva interamente imbiancato dalla neve. Il lavoro della società gialloblu e l’arrivo del sole hanno fatto sì che il rettangolo fosse libero per la disputa della gara.
 C’era attesa – e curiosità – per Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno, la quale, per la verità, non è che abbia arbitrato benissimo, spesso apparsa in difficoltà nel gestire l’irruenza di qualche giocatore e più di un momento di nervosismo, che ha portato ad accenni di risse. Eppoi si è trovata al centro di un episodio del tutto particolare. Nel finale, infatti, è stata colpita da una pallonata – involontaria – di un giocatore ospite. Per qualche attimo ha destato preoccupazione, poi, l’intervento dei sanitari ha tranquillizzato tutti, anche perchè l’arbitro donna ha subito mostrato grande voglia di ricominciare subito a fischiare. La botta, però, aveva, nel frattempo, creato qualche problema all’auricolare con cui comunicava con il quarto uomo. Un paio di minuti anche per rimettere a posto il tutto e pure questo episodio è passato in archivio. 

CDS
error: Content is protected !!