Giuseppe Spalazzi, detto Bibi’ (Agazzano, 17 marzo 1943), fu chiamato il portiere kamikaze per le sue uscite spericolate. Fu proprio durante una di queste che nella stagione 1965-1966 fu involontario protagonista del grave infortunio occorso a Bruno Mora, che si fratturò tibia e perone in uno scontro, quando Spalazzi giocava nel Bologna.
Dopo di aver giocato con la Mestrina in serie C, nel 1963 viene ingaggiato proprio dal Bologna ed esordisce in Serie A il 23 maggio 1965. Nel 1966, in un’amichevole serale a Riccione contro la formazione locale, subisce un calcio dal centravanti avversario Bighi fratturandosi la mascella e rimanendo indisponibile per più di sei mesi.
Passa poi al Bari dove disputa complessivamente quattro campionati da titolare (tre in serie cadetta ed una, la seconda, in A).
Nel 1972 passa al Genoa, dove vince il campionato di Serie B nella prima stagione e retrocede nella stagione successiva. Dopo due stagioni, nella sessione estiva del mercato 1974, passa al Palermo insieme a un conguaglio di 350 milioni di lire, in cambio di Ignazio Arcoleo e Sergio Girardi; nella stagione 1974-1975 non gioca nessuna partita nel campionato di Serie B, venendo impiegato solo in Coppa Italia.
Terminata la carriera agonistica, si stabilisce a Chiavari, in Liguria, dove apre una boutique.

error: Content is protected !!