“Voglio che questi ragazzi ritrovino la fiducia che avevano fino a qualche tempo fa.  La cosa che mi interessa di più è cercare di capire i ragazzi perché quando conosci chi hai di fronte riesce ad anche ad aiutarlo meglio. Io devo solo farli rendere per quanto valgono. La squadra sta bene, abbiamo qualche giocatore indisponibile ma quelli che sono disponibili stanno tutti bene, hanno una buona condizione fisica e ho subito potuto lavorare nel miglior dei modi. Ritrovo Statella che ho avuto sia a Pavia che a Cosenza, Parigi che ho avuto a Cosenza e Vitiello che ho allenato alla Cremonese quando era molto giovane. Quanto al sistema di gioco, il 3-5-2 non l’ho mai amato, ma non so di preciso come giocheremo. O meglio sono più i concetti quello che conta, rispetto al modulo, soprattutto quando si subentra in corsa nel girone di ritorno”.

error: Content is protected !!