La realizzazione era stata prevista in occasione del Red Bull Half Court, il torneo di basket internazionale 3vs3 in programma a fine ottobre 2020 a Roma, poi rimandato al 2021.
    Un progetto di riqualificazione e miglioramento dell’impianto, uno dei più grandi in Europa, che si pone un obiettivo chiaro: realizzare un’opera che potesse vivere ed essere apprezzata in primis da tutto il quartiere, diventando poi anche un punto di riferimento per i tanti appassionati di basket della Capitale.
    Per questo si è voluto coinvolgere il giovane Francesco Persichella, in arte PISKV, originario di Canosa di Puglia e romano d’adozione, che ha realizzato l’enorme dipinto, utilizzando materiali di qualità e destinati a durare nel tempo.
    PISKV è noto per aver donato alla Capitale altre opere straordinarie, come quella all’impianto sportivo municipale Tellene con il murales dedicato a Kobe Bryant, campione NBA cresciuto in Italia, o quelle dedicate alle icone del cinema italiano (Banfi, Verdone, Sordi). “L’idea di questo progetto è nata dalle linee stesse del contesto urbano. Ho osservato lo spazio dall’alto e ho inserito nelle forme del playground la planimetria del Colosseo, perché volevo dargli una forte identità”. – Ha commentato PISKV – “Sul Colosseo idealmente si staglia un giocatore di basket nell’atto della schiacciata, l’atto più famoso dello Street Basket. Linee dinamiche e una vivacità dei colori conferiscono forza al disegno, “schiacciando” davvero la realtà grigia che distingueva precedentemente questo campo”. (ANSA).

 
 
error: Content is protected !!