Il Potenza, chiamato a un vero e proprio tour de force nel mese di marzo, è uscito sconfitto solo due volte, per mano delle prime due della classe Ternana e Avellino. Poi solo pareggi e vittorie per i lucani di patron Caiata, che si sono tirati provvisoriamente fuori dalla griglia playout.

I metelliani devono invece invertire la rotta sul piano mentale, oltre che dei risultati. Il calendario non è certo agevole, tenendo conto delle avversarie da affrontare dopo il recupero di domani. Ma mollare con sette gare ancora da giocare è fuori da ogni logica. E passa in secondo piano anche ogni discorso relativo alle possibili scelte che Campilongo farà domani dal primo minuto.

error: Content is protected !!