WIPLANET BASEBALL: CAMBIA LA FORMULA DELLA SERIE A

I primi due anni dei nuovi “anni 20” saranno ricordati nei libri di storia per la pandemia che si è abbattuta sulla terra e dalla quale non siamo ancora usciti, pur iniziando a vedere una prospettiva, almeno sanitaria, ma rimanendo comunque il dramma di una situazione economica e sociale molto, molto pesante.

Il mondo del baseball non poteva prescindere da tutto ciò, ed il perdurare della situazione sanitaria ha costretto la Federazione a rinviare l’inizio dei campionati al 23 maggio e, di conseguenza, a rivederne la formula, in particolare della serie A.

Diciamo subito che la nuova serie A offrirà meno opportunità a tutte le squadre. Sarà divisa in due fasi: nella prima le 33 squadre si affronteranno in 8 gironi, ciascuno con la presenza di una delle squadre della vecchia serie A1 come testa di serie. Al termine le prime classificate formeranno due gironi da 4 le cui vincenti disputeranno le Italian Baseball Series per lo scudetto. Le altre 25 disputeranno 5 gironi da 5 e l’ultima classificata retrocederà alla serie B 2022.

Appare subito evidente che, mentre la versione precedente avrebbe favorito lo scambio tecnico tra le “grandi” e le nuove forze del baseball nazionale, oggi la presenza nei gironi delle teste di serie, la formazione dei gironi con il criterio della vicinorietà (necessario per minimizzare i contatti durante le trasferte) e il passaggio di una sola squadra alla fase successiva renderanno questo “confronto” più difficile.

error: Content is protected !!