Niente sconfitta a tavolino per l’Empoli e gara col Chievo che andrà recuperata. Questa la decisione del giudice sportivo di serie B, in merito alla gara dello scorso 5 aprile quando la squadra toscana, bloccata dall’Ausl a causa dei numerosi casi di positività emersi dopo la gara con l’Entella, non si era presentata in campo. Ma la Reggiana non ci sta e con un comunicato ha replicato alla decisione della Lega B. 

“La società AC Reggiana, preso atto del Comunicato Ufficiale n.219 della Lega Nazionale Professionisti Serie B diffuso in data odierna, esprime il proprio dissenso in merito alla decisione di rigiocare la gara Empoli – Chievo e al riconoscimento della “causa di forza maggiore” che non è stata considerata per i contagiati da Covid-19 presenti nel gruppo squadra granata nel mese di Ottobre”, si legge nella nota.

“Premessa la totale solidarietà e vicinanza umana ai contagiati dell’Empoli e di tutte le altre squadre che si sono imbattute nel Virus, restano grande amarezza, forte sconcerto e totale stupore in merito alle differenti risoluzioni di una medesima situazione”.

error: Content is protected !!