Viterbese, ancora centottanta minuti da vivere intensamente! Ha archiviato una buona prestazione in Puglia, dove si è assistito ad una gara assai piacevole. Ha rischiato qualcosa nella parte finale, dopo essere andata vicinissima al gol in un paio di occasioni.
“Abbiamo cercato – ha detto l’allenatore Maurizi – di condurre la partita contro una squadra tutt’altro che arrendevole. Avremmo potuto creare qualche palla-gol in più: lì davanti c’è stata qualche opportunità e in fase realizzativa si poteva fare meglio. Penso a Mbende e a Simonelli, oltre a diverse volte in cui siamo stati precipitosi nell’ultimo passaggio. Un vero peccato non aver vinto: al termine di questa giornata avremmo potuto avere una classifica migliore”.
La giornata appena messa alle spalle, come detto, non ha definito ulteriormente il quadro della fascia di classifica dove staziona la Viterbese. Ha – di fatto – sancito l’uscita di scena della Virtus Francavilla, che ha giocato molto bene contro i Gialloblu, ma che ora ha un turno di riposo. Rimane sulle spine la Casertana, che ha perso un “match ball” con la sconfitta interna. Conserva un minimo di speranza il Monopoli, ma solo se domani – con la gara di recupero – si prenderà i tre punti. 

error: Content is protected !!