I CONVOCATI: Adopo, Baschirotto, Bensaja, Besea, Bianchi, Bisogno, Camilleri, Daga, De Santis, Falbo, Mbende, Menghi M., Murilo, Porru, Ricci, Rossi, Salandria, Sibilia, Simonelli, Tassi, Tounkara, Urso, Zanon.

Stadio “Rocchi”, ore 17.30: in palio punti pesanti, tra Viterbese e Catanzaro, due squadre che hanno svolto entrambe nella Tuscia (i Calabresi a Soriano nel Cimino – ndr) la rifinitura del sabato, cercando di non scoprire troppo i propri piani.
“Vista la qualità dell’avversario – ha detto l’allenatore gialloblu, Agenore Maurizi – è assai probabile che a qualcosina di diverso si possa pure pensare, al di là di Murilo che rientra e che, essendo un grande giocatore, per noi rappresenta sicuramente qualcosa di estremamente positivo poterlo riproporre in prima linea. Noi abbiamo il dovere di provarci, sia a superare il Catanzaro, sia a entrare nei play-off, perché questa Viterbese avrebbe anche potuto esserci entrata prima, in quanto è una grande squadra, e vediamo di fare il possibile per poterci riuscire in extremis. Anche perché non raggiungere i play-off sarebbe veramente una cosa ingiusta, in quanto, nell’ultima parte della stagione, questa Viterbese ha fatto benissimo e merita quel piazzamento più di altre concorrenti. 
Il nostro intento è di mettere il Catanzaro il più possibile in difficoltà: al termine della partita sapremo se saremo stati bravi a far questo, come mi auguro che possa accadere”.
Indubbiamente la novità più importante è rappresentata dal rientro di Murilo, l’attaccante che più di ogni altro ha dimostrato che, se è in giornata di grazia, può decidere la partita da solo, sia con le percussioni che con i colpi di testa in “terzo tempo”. Per il resto non dovrebbe cambiare molto l’undici di Maurizi. C’è Camilleri in diffida e spesso alle prese con la solita caviglia, ma il difensore centrale siciliano stringerà ancora una volta i denti per una sfida così importante.

error: Content is protected !!