Finita già il 3 di maggio la attività ufficiale, il gruppo gialloblu da oggi inizia la serie dei weekend senza calcio. D’altronde a cosa possa servire continuare ad allenare in queste condizioni? A far infortunare qualcuno, a far venire allo scoperto qualche rapporto non facile tenuto a bada soltanto grazie agli impegni del campionato. Con giocatori ormai certi di salutare definitivamente Viterbo, con altri giocatori che devono curarsi e riprendersi dalla strana serie di assenti di Teramo, mai così tanti insieme in una volta sola. Eppoi con l’allenatore che sente parlare ogni giorno del suo sostituto, oltre ad aver esternato in maniera abbastanza caustica la propria posizione dopo l’ultima sconfitta della stagione. Molto meglio cominciare a sedersi attorno ad un tavolo e contrattare sul termine anticipato del lavoro di tutti i giorni, magari facendo risparmiare qualche soldo alla società di via della Palazzina, ma, in cambio, guadagnandoci un mesetto di vacanza ulteriore.

error: Content is protected !!