Un ruolo snobbato ormai da tempo da tutti gli allenatori della società. L’ultimo fu Belcastro, costretto poi a cambiare ruolo proprio perchè l’allenatore non ne voleva sentire di giocare con il trequartista. Sicuramente una interessante novità, se verrà confermata.

Il tecnico neo gialloblu predilige il modulo con la difesa a quattro. Davanti alla retroguardia una mediana a tre con un play basso e un trequartista dietro alle due punte. Agli inizi della sua carriera si era, invece, affidato al modulo 3-5-2, pronto a diventare un 3-4-1-2. Si affida molto al gioco sugli esterni, ma i ruoli fondamentali sono il trequartista, a cui demanda la possibilità  di creare superiorità e il play basso pronto ad aprire la manovra sugli esterni.

error: Content is protected !!