WIPLANET: DOMANI E DOMENICA IL VIA A PATERNÒ, ORE 15 …

L’unificazione dei campionati di serie A1 e A2 già dallo scorso anno, consente a tutte le squadre di poter lottare per lo scudetto. Sogno che si confronta con lo spessore tecnico delle avversarie.

Le 33 squadre di serie A sono divise in 8 gironi: nel girone H, oltre al WiPlanet, Nettuno 1945, Academy Nettuno e Paternò.

Il Nettuno 1945 ha allestito una squadra per puntare allo scudetto; non sappiamo se l’amalgama sia ben riuscito, ma gli elementi sono di grande valore: il lanciatore statunitense Kurt Wolfgang Heyer appare come la punta di diamante, con la sua palla veloce a 94 miglia, che andrebbe bene anche nella Major League USA. L’Academy Nettuno è una squadra giovane, formata dalle seconde leve nettunesi, che comunque darà del filo da torcere a tutti.

Il Paternò è una vera incognita; ha riconfermato in blocco tutto il team 2020, sotto la guida del manager cubano Noel Guerra. Mancano i due fratelli gemelli Omar e Frank Hernandez Ruiz, cubani con passaporto spagnolo, impegnati con le serie minori dei Kansas City Royals e Chicago Cubs. Di spessore gli innesti: due stranieri provenienti dagli Industriales dell’Avana, pluricampioni di Cuba, il lanciatore Edy Abel Garcia Del Toro, che ha già giocato in Italia, a Cagliari nel 2018 (0,76 PGL in 107 inning), e l’utility Wilfredo Yasel Aroche Jimenez; poi tre giovani Under 23, Enrique Starling Hatma, ricevitore olandese con esperienza a Pianoro, l’anno scorso bloccato in Repubblica Dominicana, e due provenienti dal Catania Baseball Project, il lanciatore Manuel Maglio, con esperienze a Bollate e Roma, e l’interno Federico Milici.

La squadra falisca lo scorso anno non ebbe la forza di opporre resistenza alla corazzata Nettuno 1945, pronosticata rima del girone, ma lotto ad armi pari con il Paternò.

error: Content is protected !!