DA NON PERDERE IN TV L’APPUNTAMENTO CRUCIALE DELLA CORSA IN ROSA, CON ARRIVO A VALLE MOTTA.

Ieri il Giro d’Italia transitava per Omegna, paese natale di Gianni Rodari, che scrisse la celebre Filastrocca del gregario. IERI, più che mai, i grandi campioni hanno fatto la differenza grazie ai loro compagni di squadra. Bernal per la seconda volta di seguito cede qualcosa in montagna. Rispetto a uno che addirittura se ne andava e staccava gli altri, evidentemente qualcosa di diverso c’è. Vedremo oggi, nel tappone, di che natura è questa lieve flessione, magari già superata, o forse no. Ne verrà fuori, probabilmente, una tappa che deciderà il Giro, con un immancabile appuntamento da gustarsi in tv.

LA TAPPA DI IERI: SIMON YATES conquista la 19ª tappa del Giro d’Italia, sfruttando benissimo il lavoro della sua squadra e attaccando quando mancavano ancora più di 6 chilometri dal traguardo finale. Secondo posto per Joao Almeida che chiude a 11″ davanti ad Egan Bernal che proprio nel finale ha ceduto qualcosa ai due rivali. Il colombiano resta in maglia rosa ma deve guardarsi domani dagli attacchi di Yates. Quarto posto per Damiano Caruso che anticipa sulla linea d’arrivo il russo Vlasov a 32″.

error: Content is protected !!