WIPLANET CEDE IN CASA AL PATERNÒ

 

Niente da fare neanche contro il Paternò: i lanciatori dei Red Sox (gli italiani Sciacca, D’Ignoti e Maglio e gli stranieri Hernandez e Garcia Del Toro) lasciano a secco il WiPlanet in entrambe le partite e i siciliani vincono 7 a 0 e 3 a 0.

È difficile commentare le gare di sabato e domenica: nonostante il buon rendimento dei lanciatori falisci (Andretta, Michele Carletti e Lanzi nella prima e un ottimo Polanco, Michele Carletti e Tabarrini nella seconda) ed una difesa accettabile, è l’attacco che è risultato sterile. Non è un problema solo di oggi. Nelle 8 partite giocate l’attacco montefiasconese ha segnato solo 11 punti, poco più di un punto a partita, e nel baseball difficilmente bastano per vincere.

Il WiPlanet Montefiascone ha certamente molte attenuanti: la defezione dei tre giovani nettunesi Bruno, Passa e Marras, più l’infortunio muscolare di Gomez (fuori fino alla fine di luglio) hanno costretto il manager Licciardi ad improvvisare formazioni di emergenza, e senza dubbio questo ha influito anche sul rendimento del resto della squadra.

Dobbiamo anche evidenziare la differenza di esperienza e spessore tecnico con gli avversari, Academy Nettuno a parte. Il Paternò ha schierato dei pluricampioni di Cuba, provenienti dagli Industriales di L’Avana, e altri giocatori con grande esperienza professionale. Non è un caso che nella prima partita 9 delle 10 valide dei siciliani sono state battute dal venezuelano Garcia, dal cubano Aroche (6 valide su 9 nel fine settimana) e dal dominicano-olandese Hatma (addirittura 6 su 7). I nostri giovani, che giocano e si allenano con impegno, non hanno nel carniere così tanti turni in battuta in partita, e il bagaglio di esperienza che si accumula contro i lanciatori avversari non è sostituibile dall’allenamento.

L’importante adesso è cercare di recuperare gli infortunati e puntare tutto sulla seconda fase, che inizierà a luglio, con gironi da 6 squadre delle quali l’ultima classificata retrocederà in serie B. Sarà importante affrontarla con tranquillità e determinazione, magari aiutati da qualche rinforzo, soprattutto in battuta, che il presidente Marianello sta cercando di reclutare.

Nella cronaca delle due partite, abbiamo già detto della buona prova di Polanco (6,1 RL, 8BVC, 3BB, 6K) e degli altri lanciatori, mentre le valide giallo verdi sono venute nella prima partita da Matteo Carletti e Vincenti (due ciascuno), Vaglio e Prosperi, mentre nella seconda solo da Michele Carletti e Perez, ottavo e nono dell’ordine di battuta.

Sabato prossimo trasferta a Nettuno, sullo stadio storico Steno Borghese, contro il Nettuno 1945.

error: Content is protected !!