Il ciclista dell’Ecuador si prende quanto il Tour gli aveva negato, pur provandoci tutti i giorni. Stavolta Carapaz se lo è – a differenza della corsa francese – lasciato alle spalle, andandosene da solo in un finale molto bello. Il podio + eccezionale, con Van Aert e Pagagar, e tra i primi quindici tutti corridori con all’attivo un’ottima stagione. Delusione totale per l’Italia, che aveva scelto gli uomini troppo in anticipo, lasciando a casa Colbrelli e Cattaneo, i più in forma del momento. Resiste in parte Bettiol, che si piazza al quattordicesimo posto.

  Corridori Tempo
1
R. Carapaz
Ecuador
6:05:26
2
W. van Aert
Belgio
6:06:33
3
T. Pogacar
Slovenia
6:06:33
4
B. Mollema
Paesi Bassi
6:06:33
5
M. Woods
Canada
6:06:33
6
B. McNulty
Stati Uniti
6:06:33
7
D. Gaudu
Francia
6:06:33
8
R. Uran
Colombia
6:06:33
9
A. Yates
Gran Bretagna
6:06:33
10
M. Schachmann
Germania
6:06:47
11
M. Kwiatkowski
Polonia
6:07:01
12
J. Fuglsang
Danimarca
6:08:09
13
J. Almeida
Portogallo
6:09:04
14
A. Bettiol
Italia
6:09:04
15
D. van Baarle
Paesi Bassi
6:09:04
error: Content is protected !!