VITERBO – Anche le inevitabili pressioni del mercato sono passate in archivio ed ora, in casa gialloblu, c’è la massima tranquillità èer pensare agli allenamenti. Situazione ideale per preparare l’esordio casalingo contro l’Imolese, appuntamento sicuramente importante, nel quale Daga e compagni vorranno puntare alla prima vittoria stagionale, se si esclude quella di Coppa Italia, con il Gubbio.
I conti del mercato tornano tutti, almeno sulla carta. Un mercato interminabile, iniziato, di fatto, i primi di maggio, appena ingaggiato, dalla proprietà di via della Palazzina, il nuovo allenatore Dal Canto. Se abbia inciso di più l’avvento dell’allenatore veneto o le intenzioni del presidente Romano e del diesse Facci è difficile stabilirlo, ma di sicuro questo mercato ha letteralmente trasformato l’organico dello scorso anno, cancellando, di fatto, completamente difesa e centrocampo, reparti sostituiti interamente.
Non è un misero che a Romano sarebbe piaciuto riportare a Viterbo Stefano Negro, ma per la seconda volta non è stato possibile e la scelta è caduta su Martinelli, in possesso, comunque, di un curriculum che non ha nulla da invidiare a quello di Negro.

CDS
error: Content is protected !!