INTANTO SI E’ EVITATO DI APPESANTIRE LA SITUAZIONE CON UN’ALTRA SCONFITTA …

La Viterbese ha superato il turno di Coppa, un passo avanti utile soprattutto per il morale, in una settimana delicata, dopo la sconfitta di Olbia e alla vigilia della gara col Cesena.
I gialloblu si erano accaparrati il primo tempo senza eccessive difficoltà, segnando con Simonelli (alla mezzora su assist di Ricchi – ndr) e approfittando di uno sfortunato autogol del centravanti campano Longo, ma il gol della bandiera della Turris ha improvvisamente cambiato le carte. Gli uomini di Caneo, infatti, hanno giocato una ripresa assai più valida, mettendo la Viterbese in uno stato d’ansia, con la paura di complicarsi la vita. Una Viterbese che era rimasta, nel frattempo, in dieci per l’espulsione del capitano D’Ambrosio e che ha trovato il gol della sicurezza con Murilo, entrato nel secondo tempo al posto di Simonelli. Un secondo tempo a tratti nervoso, che ha rischiato di sfuggire di mano, nel finale, al direttore di gara.

error: Content is protected !!