SECONDO TEMPO

Non era certo Modena il campo su cui la Viterbese poteva raccogliere qualcosa di importante per la sua pesantissima posizione di classifica. Questa, in altri momenti, sarebbe stata una sconfitta onorevole, che ci poteva stare, vista la differenza di valori tecnici tra le due squadre, con un Modena che ha anche sbagliato un rigore nel primo tempo e che non ha giocato alla morte, probabilmente avendo la percezione di una vittoria che non sarebbe sfuggita. La prestazione gialloblu non è stata brutta come la precedente, soprattutto in relazione all’essere rimasta in dieci per l’espulsione di Fracassini, ma per vincere ci vorrà molto di più, anche una scelta oculata da parte di Raffaele, che non può insistere oltre con il tridente assolutamente sterile e controproducente per gli stessi componenti, addirittura tenendolo in campo mentre c’erano solo due centrocampisti.

L’EX MOSTI, DECISIVO

2-0 GOL DI MOSTI

37′ ST. Bisogno e Marenco (è il portiere che viene ammonito) franano su Azzi, con l’arbitro a un passo. Sul dischetto va Mosti, che segna il gol dell’ex, spiazzando Bisogno e chiudendo la gara, ammesso che fosse ancora aperta.

1-0 GOL DI BONFANTI

10′ ST. il centrocampo non regge, l’ex gialloblu Mosti se ne va e calcia in porta, Bisogno non trattiene: irrompe Bonfanti e segna il gol del vantaggio.

PRIMO TEMPO

La Viterbese regge, pur senza fare grosse cose. Il Modena è superiore nel palleggio, ma non crea particolari pericoli, sembra abbastanza asfittica, senza attaccanti. Se poi, quando ha l’opportunità di segnare su rigore, sbaglia – con Tremolada da sempre sopravalutato – allora è chiaro che la Viterbese può reggere, anche se rimane in dieci uomini nel finale per l’espulsione di Fracassini. A prima vista poco comprensibile la sostituzione di Errico per l’ingresso – inevitabile – di Marenco: rimane in campo l’intero tridente offensivo.

VITERBESE IN 10 UOMINI …

… al 40′ secondo giallo in cinque minuti di Fracassini, che viene espulso. Raffaele fa entrare Marenco ed esce stranamente Errico, lasciando solo due centrocampisti in campo e il tridente.

CLAMOROSO CALCIO DI RIGORE SBAGLIATO …

… al 32′ da Tremolada, che fallisce la più ghiotta delle occasioni, un penalty decretato per fallo di mano di D’Ambrosio, che viene anche ammonito.

LA FORMAZIONE GIALLOBLU

VITERBESE (4-3-3): Bisogno; Fracassini, D’Ambrosio, Van Der Velden, Urso; Calcagni, Megelaitis, Errico; Volpicelli, Capanni, Murilo, All. Raffaele. A disp. Daga, Pavlev, Simonelli, Marenco, Ricchi, Foglia, Alberico, Tassi, Volpe, Adopo. Una maglia da titolare, finalmente, per Errico e ritornano due titolari della prima ora, Megelaitis e Fracassini. Rimane il tridente che non ha concluso niente ultimamente: Raffaele rischia insieme ad esso.

PRE-PARTITA

Queste le formazioni annunciate inizialmente, in cui compariva Daga tra i pali, poi cambiato successivamente con Bisogno, confermato a difesa della porta, peraltro l’unico salvatosi nelle ultime partite.

MODENA (4-3-1-2): Gagno; Azzi, Silvestri, Pergreffi, Renzetti; Armellino, Gerli, Di Paola; Tremolada; Bonfanti, Minesso. All. Tesser. A disp. Narciso, Baroni, Ponsi, Maggioni, Ciofani, Scarsella, Mosti, Rabiu, Giovannini.

VITERBESE (4-3-3): Daga; D’Ambrosio, Van Der Velden, Fracassini, Urso; Calcagni, Megelaitis, Capanni; Volpicelli, Murilo, Errico. All. Raffaele. A disp. Bisogno, Pavlev, Simonelli, Marenco, Ricchi, Foglia, Alberico, Tassi, Volpe, Adopo

ARBITRO: Fiero di Pistoia (Dell’Orco-Cleopazzo). IV UFFICIALE: Longo di Cuneo

LA VIGILIA

sportivo-21-MODENA

  • GLI APPUNTAMENTI DOMENICALI DEL NOSTRO GIORNALE
error: Content is protected !!