Entrambe hanno la sicurezza di essere aritmeticamente nelle prime due posizioni nel girone: la prima andrà direttamente al Mondiale, la seconda dovrà invece passare dallo spareggio. Italia e Svizzera alla pari agli ultimi 90’, con differenza reti generale di +11 a +9 per gli azzurri. Se Yakin non batte la Bulgaria, a Mancini basterà il pari con l’Irlanda del Nord. Se entrambe vincono l’ultima partita, è decisivo lo scarto nel punteggio e quindi bisogna considerare prima la differenza reti (che al momento vede l’Italia davanti a +2) e poi i gol segnati. Esempio: se l’Italia batte 1-0 l’Irlanda del Nord e la Svizzera supera 4-0 la Bulgaria, a qualificarsi saranno gli elvetici. Se anche la differenza reti è in parità, contano in subordine i gol segnati nel girone (al momento 13 l’Italia e 11 la Svizzera) e i gol in trasferta negli scontri diretti che sono favorevoli agli elvetici (nell’andata di Basilea fu 0-0, nel ritorno di Roma 1-1).

error: Content is protected !!