Astutillo Malgioglio è stato portiere con Bologna, Brescia, Pistoiese, Roma, Lazio e Atalanta dal 1976 al 1992. Non è però per i successi sportivi che il presidente della Repubblica Mattarella lo premierà. Il 29 novembre, infatti, iventerà Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, insieme ad altre 32 persone, «per il suo costante e coraggioso impegno a favore dell’assistenza e dell’integrazione dei bambini affetti da distrofia».

È davvero uno di quei giocatori che si vedono dall’altruismo l’ex portiere, che tutti chiamano Tito. Qualità che si vede soprattutto fuori dal campo, nella sua Piacenza. Qui, nel 1977, ha aperto una palestra, che chiama ERA 77, mettendo insieme le iniziale sue, della moglie Raffaella e della figlia Elena. È una palestra per la rieducazione psicomotoria di bambini disabili, che, non avendo più fondi, chiude nel 1995,  continuando a fare attività, andando casa per casa dai ragazzi disabili.

error: Content is protected !!