VITERBESE-FERMANA 0-0. SI CHIUDE IL 2021 CON UN PAREGGIO …

IL TABELLINO 

VITERBESE (4-3-3): Bisogno; Pavlev, Martinelli, D’Ambrosio, Urso; Adopo, Megelaitis, Iuliano (28′ Foglia); Volpicelli (39′ st Marenco), Capanni, Murilo. A disp.: Chicarella, Fracassini, SImonelli, D’Uffizi, Ricchi, Natale, Zanon, Tassi, Van der Velden, Alberico. All.: Punzi.

FERMANA (3-4-3): Ginestra; Urbinati, Blondett, Sperotto; Rossoni, Graziano (39′ st Scrosta), Mbaye, Mordini; Frediani (14′ st Pannitteri), Cognigni (33′ st Bolsius), Marchi. A disp.: Moschin, Bugaro,  Pistolesi, Capece, Rodio, Alagna, Lovaglio, Rovaglia, Nepi.  All.: Riolfo.

ARBITRO: Maria Marotta di Sapri.

Guardalinee: Ciancaglini e Croce.

Quarto uomo: Striamo di Salerno.

ESPULSO: Murilo (V) per doppia ammonizione al 38′ st.

AMMONITI: Mordini (F). Murilo (V), Megelaitis (V).

NOTE: recupero pt 1′ st 4′.

 

CRONACA – Ginestra è subito costretto ad uno dei suoi super interventi su un tiro cross insidioso, la Fermana risponde con Cognigni e Marchi; la Viterbese si rifà sotto, nel primo tempo ha il predominio del gioco con i canarini che puntano sulla rimessa. Verso la mezz’ora gol annullato ai laziali, poi altro intervento di Ginestra su un tirccio pericoloso, dalla parte opposta concludono a rete Marchi poi Mbaye di testa.
La ripresa scorre con tentativivi della Viterbese, Volpicelli (vecchia conoscenza della Fermana), ci prova più volte ma Ginestra è il vero valore aggiunto della Fermana che poi schiera Pannitteri, al posto di Frediani, forse nel tentativo di “spaccare” la partita che invece si fa più dura, aumenta l’agonismo e fioccano i cartellini, la Fermana si affaccia in area laziale con calci da fermo.
Riolfo ci prova davvero, mette dentro Bolsius che tre giorni prima aveva messo paura all’Entella, e poco dopo Mordini di testa è pericoloso per Bisogno e poi un pericoloso cross di Marchi raccolto da nessuno. A 6′ dalla fine però la maggiore occasione della partita è della Viterbese: Capanni vince il duello fisico con Graziano che fa rimbalzare la palla rinconquistata da Capanni che con un colpo di testa supera Ginestra in uscita ma Sperotto spazza sulla linea a porta vuota, un salvataggio che vale un gol fatto. Subito dopo secondo giallo per il brasiliano Murilo che è espulso. Visti i pericoli Riolfo si copre, dentro Scrosta poi ultimo brivido al 94′ con una punizione dal limite per la Viterbese, quindi il triplice fischio degli auguri di Natale.

error: Content is protected !!