COSI’ ALL’ANDATA TRA GIALLOBLU E GUBBIO

VITERBESE 2

GUBBIO 1

VITERBESE (4-3-3): Daga 6; Pavlev 6,5 Marenco 6 D’Ambrosio 6 Urso 6,5; Calcagni  6,5 (25′ st Adopo 6) Megelaitis 6 Iuliano 6 (46′ st Foglia sv); Murilo 6 (46′ st Simonelli sv) Volpe 6,5 (39′ st Capanni sv) Volpicelli 6,5 (39′ st Van Der Velden sv). A disp.: Bisogno, Fracassini, Errico, D’Uffizi, Ricchi,  Zanon, Tassi. All.: Punzi 6.

GUBBIO (4-3-3): Ghidotti 5,5; Oukhadda 5,5 (39′ st Formiconi 5,5) Signorini 5 Redolfi 5,5 Bonini 5,5; Malaccari 5,5 Cittadino 6 Bulevardi 5,5 (15′ st D’Amico 5); Arena 6 (34′ st Sainz Maza sv) Spalluto 6 Fantacci 5,5 (15′ st Mangni 5). A disp.: Sergiacomi, Meneghetti,  Aurelio, Francofonte, Migliorelli, Lamanna. All.: Torrente 5.

ARBITRO: Maria Sole Ferrieri Caputi della sezione di Livorno 5,5.

Guardalinee: Niedda e Licari.

Quarto uomo: Carrione di Castellammare di Stabia.

MARCATORI: 11′ pt Spalluto (G), 22′ Calcagni (V), 44′ pt Volpe (V).

ESPULSI: Signorini (G) al 33’ st per doppia ammonizione.

AMMONITI: Malaccari (G), Cittadino (G), Iuliano (V), Signorini (G), Daga (V), Redolfi (G).

NOTE: spettatori 500 circa. Angoli: 7-3 per il Gubbio. Recuperi: pt 3’  st 6’.

VITERBO – Punti preziosi per la Viterbese, che sfrutta al meglio il secondo impegno casalingo consecutivo, con una rete risolutiva del solito Volpe, autore della quarta rete in quattro partite. Era partito bene il Gubbio, poi trafitto in contropiede, laddove avrebbe dovuto coprirsi, visto il momentaneo vantaggio. Un Gubbio poi calato vistosamente dal momento in cui la Viterbese ha raddrizzato la propria gara. Come detto, gli ospiti erano passati in vantaggio assai presto (11’), con Spalluto, abile a inserirsi nelle maglie della difesa dell’undici di Punzi. Sono stati momenti particolari, in cui gli Umbri sembravano padroni del campo e in tribuna hanno cominciato ad aleggiare i fantasmi di un altro pomeriggio grigio.

Se c’è una cosa che non manca, però, alla Viterbese attuale, è reagire ai gol subiti. Era accaduto contro il Pontedera ed è accaduto ancor più in questa occasione, quando il contropiede gialloblu ha portato Pavlev (22’) ad andarsene indisturbato sulla destra e crossare al centro per Calcagni, il quale ha colpito di testa con una torsione degna del miglior centravanti.

La Viterbese ci ha creduto e ha raddoppiato (44’) con Volpe, ancora una volta travolgente quando gli arriva un pallone di quel genere, quando il suo rasoterra forte diventa imprendibile.

A questo punto la partita è cambiata totalmente, con i padroni di casa in grado di mostrare sicurezza nei propri mezzi e Gubbio incapace di riorganizzarsi, con sostituzioni che non hanno cambiato nulla e con Signorini uscito anzitempo per un cartellino rosso.

Giusta soddisfazione, quindi, per la squadra gialloblu, che tornerà in campo mercoledì prossimo nella gara di Padova, valevole per i quarti di finale di Coppa Italia.

error: Content is protected !!