ORE 14.30: C’E’ VITERBESE-REGGIANA. GLI OSPITI SI GIOCANO IL PRIMATO, I GIALLOBLU LA SALVEZZA …

Dal Canto: “Ci proveremo, ma importante è muovere la classifica”!  

Un’altra importante sfida sul cammino della Viterbese, che cerca punti preziosi per la salvezza contro la quotata Reggiana che, proprio a Viterbo, non potrà perdere punti, se non vorrà dire addio anticipatamente alle speranze di primato e lasciare via libera al Modena.

DAL CANTO. “Arriva la seconda forza del campionato – è il commento del tecnico gialloblù – e questo già la dice lunga. Ha la seconda miglior difesa e un attacco bomba che, ultimamente, sta facendo una marea di gol. Sappiamo che la partita è veramente difficile, però, come dico di solito, ci giochiamo le nostre possibilità, perché nel calcio può sempre succedere di tutto È chiaro che nella somma delle partite che sono state giocate la Reggiana ha dimostrato un valore superiore, però la partita singola può essere un’altra cosa. Certo, si devono incastrare diverse cose,  l’impatto sulla partita, l’atteggiamento e il margine di errore: noi dobbiamo fare  una partita eccelsa e loro, magari, no. Abbiamo un po’ la coperta corta a centrocampo e per questo dobbiamo stringere i denti e tentare di ottimizzare le caratteristiche dei giocatori che scenderanno in campo. Le motivazioni da sole non bastano, altrimenti il calcio si ridurrebbe a un altro tipo di sport. Sappiamo, invece, che incontriamo un’avversaria che, sotto questo profilo, secondo me, è la migliore, ma possiamo contrapporre comunque le nostre armi, di una squadra che ad oggi ha una buona qualità, anche se non è quella della Reggiana, senza che si offenda nessuno. Giochiamo la partita con una grande voglia di contrapporci all’avversario nel modo giusto e tentare di colpire tutte le volte che la Reggiana lo concederà. Dobbiamo continuare a pensare di muovere la classifica e – purtroppo –  guardare anche i risultati delle altre, perché dipendiamo pure da quelle”.

FORMAZIONE. Centrocampo praticamente decimato. Alle squalifiche di Mungo e Iuliano si sono aggiunte le condizioni non ottimali di Megelaitis, non inserito nella lista dei convocati. Dopo le due gare saltate per gli impegni con la Nazionale della Lituania, stavolta si ferma per motivi fisici. Difficile capire cosa potrà decidere, all’ultimo momento, Dal Canto, che difficilmente potrà comporre un centrocampo senza utilizzare qualche rincalzo, oppure avanzare Semenzato in mediana, mettendo più in mezzo Calcagni.

 

 

error: Content is protected !!