ARTE. MOMENTO “MAGICO” PER TALOTTA: OLTRE ALL’ALBORNOZ ANCHE LECCE

IL VITERBESE ALLA MOSTRA “ALFABETI”

Sabato 23 aprile si inaugura a Lecce alla Galleria “Artpoetry”, spazio espositivo aperto recentemente, la mostra “Alfabeti”, a cura di Salvatore Luperto e Anna Panareo. Questa Galleria si interessa, soprattutto, agli aspetti artistici riconducibili alla “Poesia Visiva”, movimento nato negli anni sessanta che oggi sta vivendo un rinnovato interesse di critica e di mercato. Ed è proprio per questo che l’artista viterbese è stato invitato all’esposizione con un’opera del 1980, un “Tracciato Urbano”, acrilico su tela, cm. 50×70, visto che queste opere, prodotte tra il 1979/80, sono state valorizzate, con testi, presentazioni e mostre, dall’acume critico di Mirella Bentivoglio, artista protagonista della “Poesia Visiva”, ma anche critico d’arte. La Bentivoglio, scomparsa cinque anni fa, chiamava queste opere di Talotta, “scritture programmate”, “ritmiche criptografie”, e sono, in realtà, “scritture della strada”, che poi è anche il titolo di una mostra fatta dall’artista nel 2015 a Roma nello spazio espositivo “Lavatoio Contumaciale”, diretto da un’altra grande protagonista della “Poesia Visiva”, Tomaso Binga (Bianca Pucciarelli Menna). Nella mostra “Alfabeti”, oltre alle già citate Bentivoglio e Binga, ci sono, praticamente, tutti i nomi più importanti del movimento in oggetto: Adriano Spatola, Arrigo Lora Totino, Claudio Parmiggiani, Eugenio Miccini, Giovanni Fontana, Lamberto Pignotti, Lucia Marcucci, Luciano Ori, Maria Lai, Nanni Balestrini, Ugo Carrega, ecc…La mostra proseguirà fino al 31 maggio. 

error: Content is protected !!