MASTER A GROSSETO: LAZIALI IN GRANDE SPOLVERO

La rassegna tricolore numero 42 per gli “over 35” ha visto una tre giorni di gare dal 10 al 12 giugno, con un programma intenso nell’arco di tutta la giornata! Quasi 1200 gli atleti partecipanti, suddivisi in 353 società di cui 46 quelle laziali provenienti da tutte le province. Il risultato più eclatante per i nostri colori, è stata la MPI SF70 nei 100 metri da parte di Anna Beatrice Micheletti della Romatletica, poi ci sono tantissime medaglie la maggior parte provengono dalle specialità delle pedane!

Ad un mese dai Campionati Europei Master non Stadia, la Città di Grosseto mette a disposizione per i campionati italiani: lo Stadio “Carlo Zecchini” dove si sono disputate tutte le gare di corsa e salti ed il Campo Scuola “Bruno Zauli” per le gare dei lanci.

Le sfide sono sotto il sole, ma anche contro il vento che domina in molti casi la pista e le pedane, invalidando i risultati sotto l’aspetto dei primati italiani e/o dei personali!

La chiusura dei Campionati, domenica 12 giugno, mette in archivio 14 migliori prestazioni italiane di cui una è della nostra regione; realizzata nei 100 metri (SF70) e medaglia d’oro da parte di Anna Beatrice Micheletti (Romatletica), scesa a 15.32 (vento +1.2), riesce a migliorare di 5 centesimi il suo stesso primato ottenuto il 7 maggio nei CdS al Paolo Rosi di Roma, con il tempo di 15.37. La Micheletti detiene inoltre anche la MPI nei 200 metri con 31.78.

In sintesi altri ottimi risultati e medaglie importanti arrivano dalla specialità del tacco e punta della campionessa europea dei 10 km su strada (SF55), Marcella Iole (G.Scavo 2000 Atl.), oro nei 5000 marcia in 28:58.38. Nella velocità dei 200 (SF35) si laurea campionessa italiana: Elisa Masci (Nissolino Atletica Tuscia), in 27.50 e coglie l’argento anche nei 400 metri in 1:01.71.

Per gli uomini (SM55) è argento Massimiliano Scarponi (Liberatletica), con il crono di 24.66 purtroppo non omologabile per il vento a (+2.7). Nel mezzofondo vince l’argento negli 800 (SF60) Anna Patelli (Lazio Olimpia Runners Team), in 3:00.10. Dai concorsi provengono tante medaglie, sulle pedane dei lanci è Roberto Sagoni (G.Scavo 2000 Atl.), che nel disco (SM75), conquista l’oro con la misura di 35,71 metri; stessa medaglia ottenuta dalla figlia: Simona Sagoni (SF45), con un lancio a 30,95, migliora il suo personale di 21 centimetri. Nel martello a maniglia corta (SF60), oro per Barbara Bettella (G.Scavo 2000 Atl.), scaglia l’attrezzo e realizza il nuovo personale a 13,28, (precedente 11,37). Ancora un oro nel martello a m.c. da 7,26 kg (SF55), si laurea campionessa italiana: Marzia Zanoboni (Liberatletica), con un lancio a 12,59 metri, la Zanoboni, doppia l’oro anche nel martello da 3 kg, sfiora il personale con la misura di 43,09.
error: Content is protected !!