IL DRAMMATICO INCENDIO SOTTO LA CURVA DI SAN BENEDETTO DELL’81

Il Rogo del Ballarin fu una tragedia avvenuta domenica 7 giugno 1981, mentre stava per avere inizio l’incontro Sambenedettese-Matera, nell’ultima giornata del Campionato di Serie C1 girone  B 1980/81 allo Stadio “Fratelli Ballarin” di San Benedetto del Tronto, in cui morirono ustionate due ragazze e rimasero seriamente ferite quasi un centinaio di persone di cui 13 ustionati gravi.  Alle ore 17:00 circa di quel caldo 7 giugno 1981 quasi 7 quintali di “striscioline di carta di giornale” portati la stessa mattina all’interno della gremitissima Curva Sud dello stadio sambenedettese per festeggiare il ritorno della squadra locale nel campionato di Serie B, presero fuoco e più di tremila spettatori rimasero per diversi minuti intrappolate all’interno della Curva. Alle 17:16, dopo che furono spenti gli ultimi “focolai” e mentre il triste carico di ustionati e di feriti veniva trasportato all’Ospedale cittadino con ambulanze, taxi e auto private d’emergenza, il direttore di gara Tubertini di Bologna, con più di un quarto d’ora di ritardo, diede inizio alla gara spiegando, poi, i terribili attimi che lui stesso visse dal manto erboso.   

error: Content is protected !!