GIALLOBLU, OGGI RIFINITURA E PARTENZA PER LA TANA DI “EZIOLINO” …

Viterbese, oggi la rifinitura, poi la partenza per il sud, per approdare a Taranto, dove i Gialloblù saranno attesi dal noto Eziolino Capuano, un tecnico chi ha girato mezza Italia e che si è seduto su tantissime panchine. Proprio l’aspetto vulcanico del tecnico del Taranto potrebbe essere uno dei pericoli maggiori per una Viterbese che, di contro, non ha brillato finora per idee, concretezza e lancio di giovani, in primis di D’Uffizi. Vedremo se stavolta il tecnico Filippi avrà un atteggiamento diverso, se avrà rivisto alcune posizioni sbagliate, che lo hanno portato a incassare il dissenso del pubblico e degli addetti ai lavori, ma anche di quella parte della società che forse riteneva opportuno un cambio in panchina.
È una occasione da non perdere per la Viterbese, ma anche per il suo tecnico, se vorrà tenersi la guida gialloblù contro un Taranto che, aldilà dei fasti del passato, di tante pagine storiche, attualmente non è che rappresenti una grande potenza di questo campionato. Forse, a livello di singoli la Viterbese ha anche qualcosina in più, ma in questo campionato più quei i singoli – soprattutto se doppioni- conta come si mette in campo una formazione. In questa occasione la Viterbese dovrebbe dimostrare quello che raramente è accaduto in questo campionato, dove l’undici più vicino alla logica è stato quello della gara contro l’Avellino, che non a caso ha coinciso con una vittoria gialloblù.
Nel frattempo Capuano ed i suoi uomini sembrano preparano con cura la sfida con la Viterbese, in occasione della quale le assenze saranno ancora molte. La più importante quella del portiere Vannucchi, squalificato per due giornate, a cui si sommeranno i soliti Provenzano, Brandi, De Maria, Diaby (da monitorare), Antonio Romano (fermo un mese), Vona (fermo dieci giorni), Panattoni e Raicevic.

error: Content is protected !!