ORE 12: C’E’ V. FRANCAVILLA-VITERBESE. L’INSIDIA DI CALABRO E DELLE ASSENZE …

Si chiude il girone di andata con uno scontro diretto, quindi, dalla posta in palio molto alta e con l’assoluta necessità di non far allontanare anche la V. Francavilla, eventualità, questa, che peggiorerebbe la già difficile classifica.
PESOLI. “Abbiamo molte assenze – ha detto l’allenatore gialloblù – ma anche la consapevolezza di più di un giocatore capace di sostituire i compagni di squadra con altrettanto valore. Probabilmente cambieremo qualcosa, ma tanto poi il modulo conta fino a un certo punto rispetto a quanto i giocatori possono dare in campo, interpretando la gara come si deve, dando sempre il massimo”.
E vediamole, allora, queste assenze. Allo squalificato Volpicelli si erano fin da subito aggiunti gli infortunati Simonelli e Marotta, seguiti successivamente da Monteagudo. Alla rifinitura di ieri, infine, non si è potuto aggregare D’Uffizi, rimasto a casa con la febbre alta, mente il ginocchio del portiere Fumagalli ha continuato a fare le bizze. Ultimo consulto prima della partenza per la Puglia, con la decisione dello staff di lasciare a Viterbo anche l’estremo difensore, uno dei punti di forza della Viterbese. Per Pesoli ci sono due strade per l’attacco: o l’esordio del centravanti della Primavera, Meola, oppure giocare con una sola punta. Fischio d’inizio alle ore 12. 

error: Content is protected !!