LA VITERBESE DEL MERCATO, LA VITERBESE DI PESOLI E MAGONI …

La Viterbese al lavoro in campo, la società nella stanza dei bottoni, per programmare la ripresa della stagione e, prima ancora, il mercato, quel famoso mercato “veloce” di cui si aspetta di vedere le prime rapide mosse. Il diesse Magoni ha più volte confermato due cose, che arriveranno cinque o sei giocatori nuovi e che la squadra adotterà uno schema con la difesa a quattro, che inizialmente sembrava potesse essere un 4-3-3 e che poi si sta adattando ad un 4-4-2, non si sa se soltanto provvisoriamente o anche dopo la “trasformazione” della squadra. Il tutto, sembrerebbe, ancora nelle mani di Pesoli, verso il quale la società di via della Palazzina appare orientata a proseguire, nonostante ogni tanto uscono insistentemente voci du possibili sostituti, primo fra tutti l’ex Lopez.

Anche sul mercato girano voci, ma finora nessuno dei nomi è stato confermato dalla società, che sta valutando anche la questione del portiere, dopo aver fatto la scelta di preferire il portiere unger Bisogno all’esperto Fumagalli, che pure era stato autore di alcune parate decisive fino a quel momento. Però c’è l’aspetto non indifferente del “minutaggio” e quindi anche di optare per una soluzione del genere, magari alternando i portieri in base alle esigenze. Probabilmente una soluzione che Fumagalli non accetterà e allora, a quel punto, potrebbe arrivare un estremo difensore svincolato, magari Offredi ex-Triestina.

Qualcuno pensa che un mercato con molti arrivi possa essere dispendioso e rimettere in discussione la rinnovata strategia societaria del presidente Romano, per risparmiare qualcosa rispetto all’ingente spesa della stagione precedente, ma da via della Palazzina fanno capire  che il compendio tra chi parte e chi arriverà non creerà scompensi di questo tipo.

error: Content is protected !!