AMARCORD. LA VITTORIA DELLA COPPA ITALIA E CORNO CHE SPICCO’ IL VOLO…

Momenti fulgidi di basket, come quello vissuto a Capri, in occasione della vittoria della Coppa Italia, manifestazione che le Viterbesi vinsero addirittura due volte di seguito. Da più parti si cercò di sminuire il doppio successo, ritenendo la Coppa qualcosa di secondario, dimenticando – però – che precedentemente era stata appannaggio di formazioni storiche come la Geas e la Standa, pietre miliari della pallacanestro femminile. Dopo la vittoria della Sisv Italbyte – nel 1984 – la Coppa Italia venne sospesa,…

Leggi tutto

PAPETTI RACCONTA VENDEMINI…

Muore a soli 24 anni, stroncato da un improvviso malore al Palasport Villa Romiti di Forlì, Luciano Vendemini, il primo professionista della pallacanestro riminese trovato e formato dal Prof. Rinaldi.Vendemini era nato a S. Ermete l’11 luglio 1952. Giorgio Papetti, ora stimato medico ed allora giocatore dell’Olimpia Milano e Pallacanestro Milano e suo compagno di tante avventure cestistiche, lo ricorda così. “Luciano Vendemini cominciò tardi a giocare, dopo i 15 anni, con un fisico altissimo ma ipotonico e le mani di ”…

Leggi tutto

1966, NASCE LA PALLACANESTRO GARBINI…

Nell’estate del 1966 la Libertas passa alla nuova Pallacanestro Garbini. Augusto Garbini, come detto, noto imprenditore dei trasporti su gomma, è sponsor e presidente. In società c’è anche la figlia Anna, che succederà al padre alla presidenza, accompagnando la pallacanestro viterbese verso risultati eccellenti, impegnandoci anche una buona parte dei beni personali. Con la casacca di quella Garbini sono sfilate diverse generazioni di giocatori, che ancora hanno un piacevole sussulto quando vengono coinvolti per ricordare quei tempi. Come, ad esempio,…

Leggi tutto

AMARCORD. I PRECURSORI DEL BASKET VITERBESE

La mitica Libertas Viterbo in Serie B. Gli eroi di allora: Sergio Fontana, Nevio e Sergio Stefanoni, Ugo Rotelli, Lollo Pimponi, Gianni Ferranti, Peppe Marchi, Massimo Baleani, Paperino Valdannini, Pino Campinoti, Armando Quatrini, Cianchi, Ciccioni (che è stato anche mio prof di Educazione Fisica alle Medie… la mitica Scuola Media Cesare Pinzi). E così, dopo Ugo Rotelli, un alto pezzo di storia se ne va! Erano un pò i nostri idoli quando, mi ricordo eravamo ragazzini alle medie, andavamo a…

Leggi tutto

VITERBO CONTRO FANTOZZI, QUELLO DELLA PALLACANESTRO…

IL 🏀 MASCHILE, TRA RECENTE PASSATO E PRESENTE Rimarrà sempre difficile capire – oltre che da mandar giù – come sia stato possibile far morire il basket maschile gialloblu, quello che era arrivato ad un passo dalla serie A2, piegato nell’ultima partita dei playoff dal Livorno trascinato da un Fantozzi in stato di grazia. Viterbo era arrivata fin lì, ancora una volta grazie a Enzo Colonna, che era ripartito, stavolta, con gli uomini. Aveva convinto alcuni imprenditori amici, di quelli…

Leggi tutto

AMARCORD. QUEL BASKET VITERBESE CHE INIZIAVA A VIA DELLA MARROCCA…

I ricordi più datati sono quelli del primissimo campo su cui si è cominciato a giocare a Viterbo. Se è vero che il pionierismo “strutturato” è partito dal campo di Porta Fiorentina, è anche vero che l‘approccio primordiale è avvenuto in pieno centro storico, in via della Marrocca, dove c’era uno spazio denominato “Arena Italia”, dove venne importata della terra rossa, abbastanza raffinata, ma non al punto da non sbucciarsi un ginocchio o un gomito, in caso di caduta. Fu…

Leggi tutto

AMARCORD. IL BASKET – E I GIOVANI – DEGLI ANNI SETTANTA

C’era pure la sbarazzina “Libertas Cappuccini, con Angelucci (il più piccolo, Fabrizio, mentre il fratello maggiore, Stefano, ebbe anche l’occasione delle categorie superiori), Zaccani, Natale, Beccaria ed altri, tutti con canotta biancoverde, che riuscirono anche a disputare le finali zonali a Canetra e Amelia. Eppoi c’era la finale del Torneo “Fausto Di Marco”, quando un’altra Stella Azzurra, ma stavolta di Viterbo, superò i “cugini” della Di Marco – allenata dal compianto Franco Castellani – in finale, davanti anche alla Garbini…

Leggi tutto

PALESTRA DELLA VERITA’, “TEMPIO” DEL BASKET CONDIVISO

Erano gli anni d’oro, quelli di un ragazzo che sognava scrivendo articoli con la Olivetti “lettera 32”, che vedeva i suoi pezzi pubblicati su IL TEMPO come qualcosa di prodigioso. Traeva linfe incredibili da questo e faceva chilometri e chilometri sul motorino, un CF Minarelli, per poter arrivare a seguire più partite possibili, di qualsiasi disciplina sportiva. Basket compreso, s’intende. Come, ad esempio, un concentramento di basket femminile giovanile – per la precisione, la fase interregionale juniores – che si…

Leggi tutto

AMARCORD. IL 75 /76 DELLA BRINA RIETI E L’ESORDIO DI BRUNAMONTI

Stagione 1975/76. Venivano confermati gli esperti Gennari e Cerioni, più Lauriski e Vendemini, ma si volle dare spazio anche ad alcuni giovani del vivaio reatino.  Addio a Masini per alleggerire il bilancio, ingaggio del play-maker italoamericano Frank Valenti, ricordato soprattutto per la sua Chevrolet Corvette blu metallizzata.Vittori credeva molto  negli esordienti Sanesi e Zampolini, come negli altri giovani, ma ciò non bastava ancora a spalleggiare Lauriski e Vendemini.La Brina non vinceva più, solo 5 successi in regular season, ormai condannata…

Leggi tutto

CARLO BRUNI, UN ATLETA A TUTTO TONDO…

Carlo Bruni, arzillo ottantenne, ancora attivissimo, è stato un atleta a tutto tondo e, oltre a giocare a pallacanestro, si cimentò anche con il calcio, giocando nella Murialdina, oltre che sviluppare, poi, un grande amore per il tennis. Bruni infatti, tanti anni fa ha costruito dei campi da tennis alla periferia di Viterbo, costruendoci dei campi e organizzando un club: alla veneranda età di chi si avvicina agli ottanta anni, qualche partitella ci è anche scappata ancora. Sempre sul pezzo,…

Leggi tutto

AMARCORD. AMICHEVOLE DI LUSSO PER IL BASKET VITERBESE

Prestigiosa amichevole, all’alba della stagione 1964/65, della Libertas Viterbo contro la Rappresentativa VAM, che schierava, tra gli altri, giocatori di Serie A di altissimo livello come il trio della Virtus Bologna e della Nazionale, Lombardi, Pellanera, Zuccheri, in quel periodo, come detto, al “Centro di Addestramento Reclute”, sulla Strada Tuscaniese. Il risultato, ovviamente, è per la VAM, con trentuno punti di “Dado” Lombardi e ventitrè di Ettore Zuccheri, ma fa bella figura anche la Libertas degli esordienti Bianchi – diciotto…

Leggi tutto
error: Content is protected !!