Nel turno infrasettimanale ha prevalso la stanchezza. Il pari tra Foggia e Teramo per la formazione padrona di casa è comunque un risultato nobile vista la caratura della compagine avversaria. Domenica oltre ad avere possibili novità societarie, il Foggia sarà di scena a Potenza, compagine diretta da mister Capuano, dove probabilmente qualcuno giocherà per togliersi qualche sassolino dalla scarpa e qualcun altro invece, per dimostrare un potenziale non visto (o non voluto vedere). Comunque sia, l’importante sarà portare 3 punti a casa per avvicinarsi a quell’obiettivo sempre più vicino: la salvezza.

FOGGIA – TERAMO 0-0

CALCIO FOGGIA 1920 (3-4-1-2): Fumagalli; Galeotafiore, Gavazzi, Anelli; Kalombo, Garofalo, Salvi (76′ Morrone), Di Jenno; Curcio (60′ Vitale); D’Andrea, Dell’Agnello (76′ Balde). A disposizione: Jorio, Vitale, Said, Agostinone, Del Prete, Moreschini, Morrone, Iurato, Pompa, Cardamone, Balde, Turi. All. Marco Marchionni

TERAMO CALCIO (4-3-3): Lewandoski; Tentardini, Soprano, Arrigoni, Mungo (59′ Ilari), Costa Ferreira, Bombagi (76′ Cappa), Pinzauti, Vitturini, Santor0, Piacentini. A disposizione: D’Egidio, Trasciani, Cappa, Romanucci, Di Francesco, Ilari, Vero, Lombardi, Gerbi. All. Massimo Paci

Arbitro: Alessandro Di Graci di Como (Lencioni-Testi; IV: Grasso)

Ammoniti: 53′ Mungo (TER), 75′ Bombagi (TER), 75′ Galeotafiore (FOG)

Espulsi:

Recupero: 4′ s.t.;

Note: serata mite, terreno in buone condizioni, pubblico assente;

error: Content is protected !!